download                 contattaci

Prorogati i termini di applicazione delle nuove regole per diventare assistente bagnante

Tra le tante novità introdotte dal Decreto Milleproroghe, sicuramente possiamo ricordare quelle relative alla regolamentazione del processo per diventare assistente bagnante.

il 2 dicembre scorso è entrato in vigore il D.M. 29 luglio 2016 n. 206, atto con cui variava la regolamentazione per il rilascio dei brevetti di bagnino e l’organizzazione dei relativi corsi di formazione.

Il nuovo regolamento, emanato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, individua nei soli soggetti autorizzati dallo Stato la facoltà di organizzare Corsi di formazione per assistenti bagnanti e nella Capitaneria di Porto di rilasciare il relativo brevetto.

Nel dettaglio, l’art. 3 specifica che i soggetti cui compete la formazione di assistente bagnante marittimo sono quelli in possesso di autorizzazione statale alla data di entrata in vigore del decreto e quelli autorizzati dal Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto; per l’addestramento e la formazione di assistente bagnante in acque interne e piscine, invece, hanno competenza, oltre ai soggetti autorizzati dallo Stato, anche scuole, istituti di formazione, associazioni sportive, e ogni altro soggetto autorizzato dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e Bolzano. Al successivo art. 4 vengono poi individuati approfonditamente requisiti e modalità per il rilascio dell’autorizzazione ai soggetti che ne fanno richiesta, e per il rinnovo della medesima trascorsi i dieci anni di validità.

Si può ben capire, come un sistema così normato garantisca ampio spazio alle realtà sportive dilettantistiche e nel contempo ostacoli un vero proprio monopolio da decenni detenuto dalla Federazione Italiana Nuoto (FIN), dalla Federazione Italiana Salvamento Acquatico (FISA) e dalla Società Nazionale di Salvamento (SNS).

Alla luce di quanto appena detto, possiamo affermare senza alcun dubbio che la decisione presa dal legislatore blocca, seppur solo momentaneamente, un’evoluzione che riteniamo necessaria soprattutto per assicurare alti livelli di qualità e concorrenzialità della formazione.

(Numero letture: 88)

Lascia un commento

error: Contenuto protetto!