download                 contattaci

Il nuovo spesometro per le Organizzazioni sportive

Importanti novità fiscali introdotte dal D.L. 193/2016 e dal D.L. 244/2016 (Decreto Milleproroghe). Sino all’entrata in vigore dei decreti appena citati, le Organizzazioni sportive che beneficiavano delle agevolazioni fiscali ex legge 398/91, benché esentate dalla registrazione delle fatture passivo, erano tenute a comunicare le operazioni attive e gli acquisti di beni e servizi correlati allo svolgimento dell’attività commerciale.

Con le modifiche intervenute, chiarisce la Circolare dell’Agenzia delle Entrate n° 1 del 07/02/2017 al punto 4 – Ulteriori chiarimenti – lettera f) Regime forfettario ex L. 398/91, “Ai fini della comunicazione dei dati delle fatture, per le attività rientranti nel regime agevolato (sia istituzionali che commerciali) tali soggetti: devono trasmettere i dati delle fatture emesse, ma non devono trasmettere i dati delle fatture ricevute perché, per queste ultime, sono esonerati dall’obbligo della registrazione”, obbligo cui, tuttavia, sono tenute, a prescindere dall’adesione o meno al suddetto regime di favore, le Organizzazioni no profit costituitesi con la forma iuris di società di capitali (S.r.l. o Cooperative).

C’è dunque da evidenziare una grave contraddizione da parte del legislatore, giacché dapprima parrebbe esonerare dallo spesometro per tutte le fatture passive ogni soggetto in regime 398, per ritenere in un secondo momento rilevante, ai fini della compilazione e trasmissione della comunicazione di cui ci si occupa, l’obbligo della registrazione dei documenti di acquisto.

(Numero letture: 82)

Lascia un commento

error: Contenuto protetto!